Mese: novembre 2016

Araceli vince una partita brutta ma utilissima a Vigodarzere.

Dopo l’Harakiri di domenica scorsa con l’Arcella, in cui si è persa una partita già vinta, i nostri ragazzi si presentano in quel di Vigodarzere contro i pari punti padovani anch’essi affamati di vittoria per uscire dai bassifondi.

Squadra giovane il Vigodarzere (anche per alcune assenze di peso) che corre e fa zona-press per tutto l’incontro, costringendo i nostri a tirare spesso da tre (alla fine saranno 30 contro i 41 da 2) ma con medie da dimenticare… da ambo le parti.

Partita sempre in equilibrio con sorpassi e controsorpassi e nessuno che riesca a piazzare il break vincente.

Si arriva quindi alla fine con l’Araceli, avanti di 4, che non sfrutta i liberi su falli antisportivi e prova a… perdere fino all’ultimo!

L’assenza di Gugole è stavolta ben coperta da una prestazione super di Lauro (unico con più del 50% in tutti i tiri e 9 rimbalzi) che alla fine ne fa 25.

Buone prestazioni inoltre di Bauke (15) e Menardi (17).

Senza l’inopinato stop con l’Acella la classifica sarebbe ben diversa.

Rispetto allo scorso anno, dovea fine andata abbiamo girato con 6 punti, ora ne abbiamo 8 con entrambe i derby vinti.

Salvo Isola, abbiamo già incontrato le prime della classe, per cui i ragazzi di Coach Bortoli possono guardare al futuro con fiducia ma sempre mettendoci la grinta giusta per tutti i 40 minuti, altrimenti son dolori.

Sotto ora con il Peschiera, il quale schiera molti giovani e il solito Babic, capace di oltre 20 punti di media e già capocannoniere del campionato.

Tutti al Centro Sport Palladio a tifare.

U18 Partita da dimenticare

I nostri Under 18 perdono in casa contro un Altavilla (che ha comunque meritato di vincere e di essere prima in classifica a punteggio pieno) a causa di una pessima prestazione, soprattutto nel secondo tempo. 

Dopo aver chiuso sotto di 1 il Q1 e di 6 a metà partita, un bruttissimo Q3 fa scappare l’Altavilla.

Sinceramente non siamo così inferiori come dice il punteggio finale di 78 a 61, però manca ancora la convinzione e quel gioco che coach Meridio sta cercando di dare ma che i ragazzi faticano a recepire.

Certamente l’imprecisione al tiro (23/63 da 2 e 4/20 ai liberi) contribuisce alla disfatta, ma è nell’atteggiamento difensivo, che lascia troppo spazio sia al tiro che alla penetrazione, che ne individuiamo la principale causa..

Alcuni scontano ancora una certa immaturità, caratteriale oltre che fisica, e, quando gli avversari pressano e mettono le mani addosso, manca il coraggio di affrontarli sullo stesso piano, venendo meno il gioco di squadra e il supporto ai compagni.

Dai ragazzi! Ci sono ampi spazi di miglioramento però il basket è uno sport di contatto, si prendono e si danno (con lealtà) e alla fine, se anche si perde, non è un problema; perdere prendendole e basta, quello sì.

Tecnicamente ci sono buone individualità ma le partite si giocano in 12, e si giocano a partire dagli allenamenti, dove si deve lavorare come se di fronte ci fosse l’avversario di turno.

Ora domenica tutti a Noventa e riprendiamo a vincere.

Serie D: IL NUOVO L’ARGINE SCONFITTO NEL DERBY DI VICENZA!

L’Araceli si aggiudica il derby di andata di Vicenza, superando con autorità e fuori casa, il NUOVO L’ARGINE con il risultato netto di 57 a 73.

In un PalaBaracca stracolmo l’Araceli mette finalmente a frutto la propria capacità, giocando un brutto scherzo a un Argine il quale, fin dalle prima battute, è apparso inferiore.

Nei primi due quarti di gara la legge dell’ex ha fatto sentire il suo peso e Menardi segna da due e da tre, senza che nessun diretto avversario in canotta verde riesca a prendergli le misure per arginarne l’azione.

Pur sotto di una lunghezza alla fine del primo quarto(12 a 11), complice qualche imprecisione al tiro, è chiaro che l’Araceli ne ha di più e che basterà attendere per vederlo prendere il sopravvento.

Infatti, all’inizio del secondo quarto, i nostri ragazzi impongono alla gara un’accelerazione che lascia sulle gambe gli avversari, portandosi a 16 punti di distacco, ridotti poi a 10 a ridosso dell’intervallo lungo.

Alla ripresa del gioco l’Araceli spinge nuovamente, allungando decisamente, salvo poi dormicchiare in difesa, permettendo all’Argine di rifarsi sotto, portandosi addirittura a -3 , poi -5 quando rimangono soltanto i 10 minuti dell’ultimo quarto da giocare (46 a 51).

Ecco quindi che l’Araceli spinge per l’ennesima volta, come un fiume che rompe gli argini, e questa volta il parziale di 22 a 11 non ammette repliche.

Finalmente chiudiamo la partita per tempo, portandoci a casa meritatamente 2 punti in classifica e la prima stracittadina della stagione (57 a 73).

Bravi ragazzi!

U18 Araceli – Povolaro buona la prima (in casa…)

Buona la prima casalinga in Piarda dei giovani che domano i pari quota del Povolaro con un 49 a 35 che però non rispecchia l’effettivo andamento della partita.
Q1 con Povolaro avanti ma con un buon finale dei nostri che ribaltano e chiudono 14 a 12 con qualche sprazzo di bel gioco.
Q2 ancora in equilibrio fino a metà quarto, poi coach Meridio striglia i suoi per i troppi errori. La reazione è il primo break dell’incontro che ci vede avanti 27 a 20 a metà partita.
Il Q3, grazie a una buona difesa (e a qualche errore in meno) permette di ampliare il gap e chiudere con un margine di tranquillità sul 41 a 28.
Nel Q4 Povolaro prova subito a rientrare e ricuce sino al 41 a 34 ma, ancora, Meridio riorganizza i suoi e alcuni cambi azzeccati permettono di chiudere il match in tranquillità sul punteggio finale di 49 a 35.
Pur nella diversità di forze che sembra esserci fra Povolaro e Bassano, la crescita dei ragazzi e l’affiatamento cominciano a dare alcuni buoni frutti ma c’è ancora molto da lavorare anche perché il coach ha a disposizione un roster di 20 ragazzi da far ruotare e non sarà facile mantenere sempre amalgama e concentrazione.
Ottima l’affluenza di pubblico sia di genitori che di amici e compagni che hanno donato alla Piarda un bel colpo d’occhio.
Sotto ora con il derby cittadino sabato 12 novembre.
Si giocherà al PalaColombo alle 18,00 contro il San Giuseppe, il quale ha ciccato le prime due uscite e avrà sicuramente voglia di riscatto.
Tabellini :
Toninello 11, Pozza 10, Carrer 6, Foralosso 6, Ristov 5, Gasparinetti 4, Vicariotto 4, Milanello 3, Allegretti, Chiodi, Buglione e Pavan