Araceli vs Solesino: buona la prima!

Con un notevole sforzo economico L’Araceli si ripresenta al via del campionato di serie D ancora al Centro Sport Palladio  e il pubblico risponde con entusiasmo.

Alla prima arriva il Solesino, accreditata dai più fra le favorite al salto di categoria.

L’Araceli, persi Turcato (in C gold a Modena), Menardi e Lauro (accasati ad Altavilla), Spasov passato all’Argine e Gugole tornato a San Bonifacio, si presenta con una squadra ringiovanita a corollario della vecchia guardia, Calvagna, Russo, Baucke, Malizia (out per infortunio) Sanson e Rigoni (’98 ma già al terzo anno con la compagine) oltre al 2000 Ambrosini.

Arrivano Nicola Bortoli (’96), Matteo Rubini (’98) e Michele Marchini (’99) da Dueville, Carlo Toniato (’97) da Cittadella, oltre a Mion dai Rooster e Campigotto da Soave.

Il confermato coach Bortoli deve verificare il lavoro di un mese scarso di preparazione con arrivi e partenze in corso e viene subito premiato da una buona partenza sia offensiva che difensiva, con la partita che rimane in assoluto equilibrio per i primi tre quarti (45-45).

La squadra si dimostra quadrata e predisposta a ritmi alti; il limitato potenziale offensivo è compensato da una difesa tignosa che sporca molti palloni e ritarda gli avversari al tiro. Buono anche il lavoro a rimbalzo con Sanson sopra a tutti.

Nel Q4, dopo un avvio alla pari Solesino prova ad allungare e a 3 dal termine si trova a +6.

I ragazzi non ci stanno e rientrano con Russo (2tl), Toniato (da 3) e sorpassano con Rigoni.

Gli ultimi secondi sono decisi dai tiri liberi che decretano il pareggio per l’errore di Russo, ben contrastato dalla difesa avversaria.

Si va all’Over Time e L’Araceli prende subito 6 pt di margine e poi, complici anche le uscite per falli (2 per parte) e la stanchezza, controlla, portando a casa una vittoria di fiducia e carattere. Finale 64 a 60 con un arbitraggio piuttosto negativo per entrambe le parti.

Prossima in casa domenica 8 ottobre alle 18 con Peschiera

 

Torneo Vicenza Città Europea dello Sport

Araceli La società A.S.D. Araceli di Vicenza

in collaborazione con l’Assessorato alla Formazione del Comune di Vicenza

Basilica

e alla Federazione Italiana Pallacanestro, Comitato provinciale di Vicenza

organizza un incontro ufficiale di pallacanestro maschile di Serie A1

Torneo Vicenza Città Europea dello Sport

Martedì 19 settembre inizio ore 20:00 al Palasport di Vicenza in via Goldoni

Reyer   

Reyer Venezia campione d’Italia 2016/17 (la terza volta nella sua gloriosa storia)

vs

Bratislava

Bk Inter Bratislava 8 volte campione nazionale e 4 volte vincitore della coppa Slovacca

Le premiazioni alle due compagini saranno effettuate anche da spettatori il cui biglietto sarà estratto a sorte tra i presenti.

Saranno inoltre regalate 5 maglie della Reyer e 5 maglie del Bratislava, anche in questo caso i vincitori saranno estratti a sorte tra i possessori del biglietto.

Biglietto unico 5 euro

apertura biglietteria ore 18:00

Bambini nati dal 2005 in poi: ingresso gratuito se accompagnati

prevendita

luigipozza@gmail.com

Serie D Prova di carattere

A Padova con l’Arcella il CSPalladio prova ad allungare la serie di 4 vittorie contro una squadra che all’andata ha rovesciato una partita che sembrava già vinta.  Partenza in equilibrio nella prima parte del Q1 con le squadre che si studiano. Sul 12 a 11 per i padroni di casa i nostri allentano la difesa e non vedono più il canestro e l’Arcella piazza un 15 a zero che sembra segnare la gara. I ragazzi hanno però il merito di non disunirsi e riprendono a macinare gioco ma soprattutto stringono le maglie in difesa contenendo il giro palla avversario. Un po’ alla volta rosicchiano lo svantaggio sino a -7 ma nel finale di quarto i padroni di casa tengono e chiudono sul 42 a 33. L’intervallo lungo sembra rinforzare la convinzione e con una difesa aggressiva e buoni fraseggi in attacco gli avversari vengono ripresi e superati nel finale di quarto che si chiude sul 50 a 52. La rimonta infonde fiducia e dopo qualche momento di equilibrio l’Araceli allunga progressivamente portandosi anche su +9 e gestendo poi il vantaggio senza troppi patemi conquistando una importante vittoria che, complice la sconfitta di Mestrino a Noventa, allontana i play out e ci fa entrare in griglia play off proprio a danno dell’Arcella anche per il vantaggio negli scontri diretti. Ora serve molta attenzione per evitare svarioni e chiudere il discorso salvezza.

Domenica alle 18,00 ci farà visita il Vigodarzere che farà di tutto per migliorare la posizione in griglia play out. Bisognerà contenere Vettore che quando è in giornata può fare squadra da solo.

 

U18… dai ragazzi, proviamoci!

Sconfitta meritata

A Montorso i ragazzi scendono sul parquet con poca convinzione e dopo il primo quarto la partita è già segnata con La Contea avanti per 30 a 11.

Coach Meridio striglia i suoi che riprendono un po’ di fiducia rosicchiando qualche punto chiudendo meglio in difesa e “vedendo” un po’ di più il canestro.

La grinta in cambio si vede anche dal lavoro dell’ottimo Salerno A. che  a fine partita fischierà ben 55 falli anche se non ci sono stati episodi “cattivi”.

Il quarto si chiude sotto di 13 sul 45 a 32 per i padroni di casa.

Dopo l’intervallo lungo i ragazzi sembrano crederci e giocano alla pari con l’ostico avversario portandosi a -10 ma due palle perse velenose impediscono un ulteriore avvicinamento e il Q2 termina 59 a 45.

L’ultimo quarto è sempre a favore della Contea che allunga oltre i venti e controlla sono al termine.

Peccato per l’inizio senza …. attributi che ha impedito di giocarsi la partita alla pari ma merito agli avversari che hanno impresso subito ritmi alti e la solita aggressività che i nostri ragazzi soffrono da sempre.

Prossima partita in Piarda sabato alle 18,00 contro quell’Ezzelina che all’andata ci ha sconfitti solo alla fine ma che da allora ha inanellato risultati positivi.

Serie D avanti così: battuto il Peschiera

Araceli affronta in casa il Peschiera, orfano del coach Roselli e con qualche defezione.
La voglia di far fruttare il buon momento e dimenticare Arcella diventa concretezza e, dopo i primi equilibrati minuti di studio (15 a 14), chiudiamo il Q1 sul 19 a 14, con un primo allungo.
Un’attenta difesa sul capocannoniere Babic (alla fine solo 13 punti) e una buona precisione al tiro permettono il break importante nel Q2, che ci porta al giro di boa avanti per 42 a 24.
Memori dell’harakiri di due domeniche prima, i ragazzi di coach Bortoli mantengono alta l’attenzione anche nel Q3, e questo li porta anche a un + 29, chiudendo poi sul 59 a 36.
L’ultimo Q è quasi sonnolento, con il Peschiera che non ci crede più e i nostri che giocano al rallentatore, sporcando le medie.
L’incontro finisce 71 a 49 e permette all’Araceli di portarsi un pò più avanti in classifica, guardando con attenzione ai prossimi match che chiuderanno l’anno e l’andata.
Un tour de force che porterà i ragazzi giovedì in quel di Solesino, contro un ostico avversario ostico (6V e 6P), capace di ottime prestazioni soprattutto sul proprio parquet, quindi domenica con un Gemini ultimo in classifica (ancora in trasferta), chiudendo il fine settimana successivo, finalmente al PalaCentroSport Palladio, con la corazzata Isola, seconda in classifica.
Forza ragazzi!

Araceli vince una partita brutta ma utilissima a Vigodarzere.

Dopo l’Harakiri di domenica scorsa con l’Arcella, in cui si è persa una partita già vinta, i nostri ragazzi si presentano in quel di Vigodarzere contro i pari punti padovani anch’essi affamati di vittoria per uscire dai bassifondi.

Squadra giovane il Vigodarzere (anche per alcune assenze di peso) che corre e fa zona-press per tutto l’incontro, costringendo i nostri a tirare spesso da tre (alla fine saranno 30 contro i 41 da 2) ma con medie da dimenticare… da ambo le parti.

Partita sempre in equilibrio con sorpassi e controsorpassi e nessuno che riesca a piazzare il break vincente.

Si arriva quindi alla fine con l’Araceli, avanti di 4, che non sfrutta i liberi su falli antisportivi e prova a… perdere fino all’ultimo!

L’assenza di Gugole è stavolta ben coperta da una prestazione super di Lauro (unico con più del 50% in tutti i tiri e 9 rimbalzi) che alla fine ne fa 25.

Buone prestazioni inoltre di Bauke (15) e Menardi (17).

Senza l’inopinato stop con l’Acella la classifica sarebbe ben diversa.

Rispetto allo scorso anno, dovea fine andata abbiamo girato con 6 punti, ora ne abbiamo 8 con entrambe i derby vinti.

Salvo Isola, abbiamo già incontrato le prime della classe, per cui i ragazzi di Coach Bortoli possono guardare al futuro con fiducia ma sempre mettendoci la grinta giusta per tutti i 40 minuti, altrimenti son dolori.

Sotto ora con il Peschiera, il quale schiera molti giovani e il solito Babic, capace di oltre 20 punti di media e già capocannoniere del campionato.

Tutti al Centro Sport Palladio a tifare.

U18 Partita da dimenticare

I nostri Under 18 perdono in casa contro un Altavilla (che ha comunque meritato di vincere e di essere prima in classifica a punteggio pieno) a causa di una pessima prestazione, soprattutto nel secondo tempo. 

Dopo aver chiuso sotto di 1 il Q1 e di 6 a metà partita, un bruttissimo Q3 fa scappare l’Altavilla.

Sinceramente non siamo così inferiori come dice il punteggio finale di 78 a 61, però manca ancora la convinzione e quel gioco che coach Meridio sta cercando di dare ma che i ragazzi faticano a recepire.

Certamente l’imprecisione al tiro (23/63 da 2 e 4/20 ai liberi) contribuisce alla disfatta, ma è nell’atteggiamento difensivo, che lascia troppo spazio sia al tiro che alla penetrazione, che ne individuiamo la principale causa..

Alcuni scontano ancora una certa immaturità, caratteriale oltre che fisica, e, quando gli avversari pressano e mettono le mani addosso, manca il coraggio di affrontarli sullo stesso piano, venendo meno il gioco di squadra e il supporto ai compagni.

Dai ragazzi! Ci sono ampi spazi di miglioramento però il basket è uno sport di contatto, si prendono e si danno (con lealtà) e alla fine, se anche si perde, non è un problema; perdere prendendole e basta, quello sì.

Tecnicamente ci sono buone individualità ma le partite si giocano in 12, e si giocano a partire dagli allenamenti, dove si deve lavorare come se di fronte ci fosse l’avversario di turno.

Ora domenica tutti a Noventa e riprendiamo a vincere.

Serie D: IL NUOVO L’ARGINE SCONFITTO NEL DERBY DI VICENZA!

L’Araceli si aggiudica il derby di andata di Vicenza, superando con autorità e fuori casa, il NUOVO L’ARGINE con il risultato netto di 57 a 73.

In un PalaBaracca stracolmo l’Araceli mette finalmente a frutto la propria capacità, giocando un brutto scherzo a un Argine il quale, fin dalle prima battute, è apparso inferiore.

Nei primi due quarti di gara la legge dell’ex ha fatto sentire il suo peso e Menardi segna da due e da tre, senza che nessun diretto avversario in canotta verde riesca a prendergli le misure per arginarne l’azione.

Pur sotto di una lunghezza alla fine del primo quarto(12 a 11), complice qualche imprecisione al tiro, è chiaro che l’Araceli ne ha di più e che basterà attendere per vederlo prendere il sopravvento.

Infatti, all’inizio del secondo quarto, i nostri ragazzi impongono alla gara un’accelerazione che lascia sulle gambe gli avversari, portandosi a 16 punti di distacco, ridotti poi a 10 a ridosso dell’intervallo lungo.

Alla ripresa del gioco l’Araceli spinge nuovamente, allungando decisamente, salvo poi dormicchiare in difesa, permettendo all’Argine di rifarsi sotto, portandosi addirittura a -3 , poi -5 quando rimangono soltanto i 10 minuti dell’ultimo quarto da giocare (46 a 51).

Ecco quindi che l’Araceli spinge per l’ennesima volta, come un fiume che rompe gli argini, e questa volta il parziale di 22 a 11 non ammette repliche.

Finalmente chiudiamo la partita per tempo, portandoci a casa meritatamente 2 punti in classifica e la prima stracittadina della stagione (57 a 73).

Bravi ragazzi!